Rifiuti, ancora emergenza, ma Governo non reagisce


Napoli stravolta dall'emergenza rifiuti. Ancora roghi, blocchi, proteste e tonnellate di immondizie nelle strade. Una situazione drammatica anche a causa delle alte temperature registrate che rischiano di mettere Napoli in emergenza sanitaria. La famosa massima "vedi Napoli e poi muori" rischia di concretizzarsi. Con lo scoppio del caldo, la Campania può benissimo diventare una terra off limits dove si rischia di ammalarsi seriamente.

Eppure, il Consiglio dei Ministri che si riunirà mercoledì proprio a Napoli, tratterà di altro. "davvero una decisione poco rassicurante" commenta l'onorevole Roberto Fiore di Forza Nuova: "Rotondi ha dichiarato che l'incontro di mercoledì sarà - simbolicamente - un passo in avanti per rilanciare il mezzogiorno: ma come intendono farlo se nemmeno parleranno di Napoli?L'esecutivo dimostra di essere immerso in un profondo stato confusionale."

Prosegue Fiore: "le dichiarazioni di Bossi, poi, dimostrano quale sia il suo rispetto per il Sud: vorrebbe andare a Capri, come fosse una vacanza, a tenere il Consiglio dei Ministri." Fiore conclude: "una delle città più belle d'Italia è stata umiliata troppo a lungo, e tutt'ora i responsabili di questo sfacelo non sono stati puniti. Se il nostro nuovo Governo non imprimerà una svolta decisiva nel brevissimo termine, i napoletani avranno il diritto di organizzarsi per trasferire nei saloni di Montecitorio le tonnellate di rifiuti che affliggono Napoli, ed io sarò con loro. "