FIORE:NO ALL'EMENDAMENTO ANTI PRECARI, PRONTI ALLE BARRICATE


Nella manovra al vaglio al Senato è stato inserito un emendamento che blocca il reintegro dei precari. Il giudice non potrà più obbligare le imprese, nei casi in cui siano state accertate irregolarità, ad assumere i lavoratori precari.
La norma, approvata dalla Commissione Bilancio della Camera e recepita nel maxiemendamento, si applicherà anche ai contenziosi in corso. Confindustria si è già felicitata per la geniale idea. Sino ad oggi il giudice che
riscontrava irregolarità sul ricorso a uno o più contratti a termine, poteva obbligare il datore di lavoro a riammettere in servizio il lavoratore con un contratto a tempo indeterminato. Se passerà la nuova legge, il giudice dovrà limitarsi ad applicare all'azienda una sanzione di entità variabile tra le 2,5 e le 6 mensilità, la stessa prevista per le imprese al di sotto dei 15 dipendenti. "*Di fatto il mercato del lavoro si sta configurando come una
riserva di schiavi. Si potranno effettuare una serie pressoché infinita di contratti a termine rischiando al massimo una sanzione irrisoria. Il lavoratore, in caso di irregolarità, potrà perdere il suo impiego.L'emendamento va a tutto favore del datore di lavoro, incentivando così lo sviluppo di una vera e propria riserva di schiavi, che mai saranno
regolarizzati, che mai avranno un futuro, che mai potranno permettersi nemmeno di sognare una vita ai limiti della decenza." le dure parole dell'Onorevole Roberto Fiore, Segretario di Forza Nuova.
*Intanto il Governo disconosce la paternità della norma anti-precari." però nella manovra economica al vaglio del Senato l'emendamento è presente"prosegue Fiore:"ed ora tutti se ne lavano le mani. Tale porcheria deve essere modificata dal Senato."

 

 

 

 

 

...>