COMMENTO SULLE ELEZIONI  E DECISIONI DELLA SEGRETERIA

 

ELEZIONI EUROPEE

Forza Nuova raccoglie in 4 circoscrizioni circa 150 mila voti.
Il risultato è superiore circa del 50% a quello delle elezioni politiche del 2008.
Considerando appunto l’ assenza della Circoscrizione Isole Forza Nuova raccoglie lo 0,6%
Il centro Italia si rivela leggermente più forte del resto del Paese ma sembra che sia nord che sud vadano conformandosi al centro.
Emerge chiaramente che le province e le città dove il lavoro politico è stato costante, visibile intelligente ed efficace i voti crescono fino a superare l 1% a Piacenza (1,5%) Lodi ( 1,2%) Benevento (1%) Chieti 1,2%. Sono molti i centri dove FN  ottiene alte percentuali. Ma spiccano con il 10% e più Atessa (10%) San Leucio nel Sannio (12,8%).
Un risultato ottenuto  in condizione sfavorevoli se pensiamo che:

  1. il voto era “perso”  vista l’ impossibilità di superare lo sbarramento
  2. la Lega al Nord e il PDL in tutta Italia vivono ancora una fase di luna di miele    

La Fiamma tricolore grazie ad una simbolo “attraente” raccoglie lo 0.8%..
La Destra tracolla e in coalizione con Pensionati, Pionati e MPA ( nonostante il grosso risultato autonomista in Sicilia) non raccoglie voti dando un grave colpo alla credibilità del partito.
Sul fronte delle preferenze Roberto Fiore raggiunge , superando l’ alto numero ottenuto 5 anni fa, 20 mila preferenze ( senza poterne raccogliere chiaramente in Sicilia e Sardegna). Nel centro Italia Fiore raccoglie oltre 6mila e Romagnoli poco più di 3mila.

AMMINISTRATIVE

Le elezioni amministrative confermano l’ incapacità di Forza Nuova di conquistare seggi dove vige lo sbarramento: dove il lavoro è stato metodico, intelligente e efficace i risultati si ottengono. Lodi si conferma la prima provincia con il 2, 1%, Piacenza raddoppia il risultato delle comunali di un anno fa e arriva anch’ essa al 2%. Perugia va al 1, 5%. Brescia si conferma a poco meno dell’ 1% come una delle province dove forza militante e risultato elettorale vanno di pari passo.
Risultati buoni a Senegrò 7, 8% (CO), Veniano 4,8% (CO) Druento 3,5%(TO) Montella 3,8% (AV)  San Severo 1, 4% Corciano 2, 2% (PG) Casalpusterlengo 2,4%(LO).

Viene eletto un consigliere nei seguenti comuni:

Salgareda (TV)
Caluso(TO)
Rometta (ME)
San Martino in Strada (LO)
Melizzano(BN)

Sotto i 1000 abitanti Forza Nuova prende 3 Consiglieri a Montebello Sul Sangro (CH) 2 a Dizzasco (CO) e 1 a Montecucco (AT)

Forza Nuova quindi non spicca il volo ma consolida la sua presenza e cresce dove il lavoro è stato proficuo.
Le alleanze d’area, salvo in un caso (Perugia), non raggiungono il risultato che si sperava.

Forza Nuova deve proseguire nel cammino di un intransigente forza radicale sociale e nazionale contraria all’ immigrazione sfuggendo alle classificazioni di destra ed estrema destra che hanno sempre meno presa nel mondo d’oggi. Forza Nuova deve fortificare la propria immagine di forza tradizionalista ma fortemente rivolta verso il futuro.

1) Sono troppe le province dove non ci sono sezioni e referenti di FN. Sarà istituita una task force che ha come obiettivo la creazione di referenti credibili e di sezioni operative nelle zone dove non esiste nulla. Questa operazione porterebbe il Movimento ad un fisiologico incremento di militanti,  quadri e di elettori
2) Forza Nuova deve proseguire nell’ operazione di rafforzamento della nuova immagine forzanovista. La stampa forzanovista ed i siti saranno riordinati secondo questa logica.
3) Con l’ avvicinarsi dell’ appuntamento elettorale dell’ anno prossimo FN deve individuare entro l’ estate i candidati alla presidenza della Regioni.
E’ ovvio e logico che i candidati alla presidenza dovranno essere coloro che hanno conseguito risultati in quest’ ultima tornata: Lo stile di campagna da scegliere sarà quello sobrio , dinamico e chiaro che ha portato risultati buoni in alcune zone.
4) rafforzamento della linea politica che vede Forza Nuova alternativa a Pdl e Lega. Nelle regioni del Nord, le sezioni e le federazioni devono sforzarsi di denunciare la ormai evidente contraddizione fra i programmi enunciati da un partito come la Lega e la effettiva situazione delle città del Nord governate da questo partito.
5) forte attenzione va tenuta sul grande problema della moralità nella politica. E’ certo che nei prossimi mesi la questione morale riesploderà e che gran parte della corruzione politica si radica in ambito regionale.
6) Assieme alla questione immigrazione che rimane nella grande parte del territorio la questione numero 1, va posta forte attenzione alle questioni sociali. Lavoro , casa povertà delle famiglie, agricoltura e piccola impresa devono essere i capisaldi dell’ azione politica.

La segreteria nazionale ritiene quindi di dover immediatamente convocare un ‘assemblea programmatica per sabato 11Luglio in una località del Centro Italia che sarà presto reso nota.
Saranno convocati  segretari di sezione, coordinatori provinciali e regionali, consiglieri del movimento ed esponenti qualificati che hanno aderito al movimento negli ultimi tempi.

Inoltre convocherà entro la fine di Giugno l’ Ufficio Politico per avviare:

  1. un’ immediata ristrutturazione del sito
  2.  il riavvio del Megafono
  3. La riforma nelle funzioni e nella composizione dello stesso Ufficio Politico. .

La Segreteria Nazionale