Camera vota Lisbona, On.Fiore: parlamento vuole morte dell'Italia, FN non si arrende


"La ratifica del Trattato di Lisbona da parte del Parlamento, attesa oggi con il voto della Camera, produrrà un danno catastrofico alle sorti dell'Italia" commenta Roberto Fiore, Segretario di Forza Nuova: "soprattutto visto che sussistono fortissimi sospetti che i parlamentari italiani non abbiano nemmeno letto il trattato:altrimenti tutti deputati, di sinistra di destra i leghisti, i cattolici ed i radicali avrebbero notato le gravissime disposizioni che vanificheranno tutte le differenti battaglie da cui traggono consensi: Si va dal sovrastamento della costituzione italiana tanto amata dal Pdl,alla morte del non ancora nato del federalismo fiscale della Lega, dalla mancanza di articoli 18 e diritti dei lavoratori che stanno, a parole, a cuore alla sinistra fino all'introduzione per legge dei diritti dei gay ed eutanasia contro cui i cattolici dicono di battersi. Verrà anche ripristinata in casi eccezionali la pena di morte contro cui i radicali si sono sempre spesi." prosegue Fiore "ma è chiaro che per non deludere l'oligarchia di stampo giacobino composta da burocrati d'Europa, tutti i valori veri o pseudo tali vengono accantonati dai nostri deputati."Conclude : "ma se tutti hanno disertato i loro buoni propositi, Forza Nuova non lo farà, ed invece continuerà a difendere anche da sola gli italiani e gli europei dalla Carta dei vampiri.

 

 

 

 

 

Norma anti precari, Fiore(FN): da ottobre referendum contro leggi precarietà...>