2009
 
 

www.tradizione.biz
FNE
FNE italiano

COMMENTO SULLE ELEZIONI  E DECISIONI DELLA SEGRETERIA

ELEZIONI EUROPEE

Forza Nuova raccoglie in 4 circoscrizioni circa 150 mila voti.
Il risultato è superiore circa del 50% a quello delle elezioni politiche del 2008.
Considerando appunto l’ assenza della Circoscrizione Isole Forza Nuova raccoglie lo 0,6%
Il centro Italia si rivela leggermente più forte del resto del Paese ma sembra che sia nord che sud vadano conformandosi al centro.
Emerge chiaramente che le province e le città dove il lavoro politico è stato costante, visibile intelligente ed efficace i voti crescono fino a superare l 1% a Piacenza (1,5%) Lodi (1,2%) Benevento (1%) Chieti 1,2%. Sono molti i centri dove FN  ottiene alte percentuali. Ma spiccano con il 10% e più Atessa (10%) San Leucio nel Sannio (12,8%).
Un risultato ottenuto  in condizione sfavorevoli se pensiamo che:

  1. il voto era “perso”  vista l’ impossibilità di superare lo sbarramento
  2. la Lega al Nord e il PDL in tutta Italia vivono ancora una fase di luna di miele    

La Fiamma tricolore grazie ad una simbolo “attraente” raccoglie lo 0.8%..
La Destra tracolla e in coalizione con Pensionati, Pionati e MPA ( nonostante il grosso risultato autonomista in Sicilia) non raccoglie voti dando un grave colpo alla credibilità del partito.
Sul fronte delle preferenze Roberto Fiore raggiunge , superando l’ alto numero ottenuto 5 anni fa, 20 mila preferenze ( senza poterne raccogliere chiaramente in Sicilia e Sardegna). Nel centro Italia Fiore raccoglie oltre 6mila e Romagnoli poco più di 3mila.

AMMINISTRATIVE

Le elezioni amministrative confermano l’ incapacità di Forza Nuova di conquistare seggi dove vige lo sbarramento: dove il lavoro è stato metodico, intelligente e efficace i risultati si ottengono. Lodi si conferma la prima provincia con il 2, 1%, Piacenza raddoppia il risultato delle comunali di un anno fa e arriva anch’ essa al 2%. Perugia va al 1, 5%. Brescia si conferma a poco meno dell’ 1% come una delle province dove forza militante e risultato elettorale vanno di pari passo.
Risultati buoni a Senegrò 7, 8% (CO), Veniano 4,8% (CO) Druento 3,5%(TO) Montella 3,8% (AV)  San Severo 1, 4% Corciano 2, 2% (PG) Casalpusterlengo 2,4%(LO).

Segue ...>>

SIGLATO A ROMA IL PATTO D'AZIONE
TRA FORZA NUOVA E IL MOVIMENTO NAZIONALPOPOLARE

Il giorno 13 giugno, I dirigenti del Movimento Nazional Popolare Rutilio Sermonti, Nicola Cospito, Massimo Tirone , Adriano Rebecchi, si sono incontrati, presso la segreteria nazionale di Forza Nuova in Via Cadlolo a Roma, con Roberto Fiore, Gianguido Saletnich, Gianni Correggiari e Gianluca Costa e hanno concordato un Patto di unità operativa su tutto il territorio nazionale.

Gli obiettivi di suddetto patto sono:

* costruire in tutta Italia un' opposizione sociale e nazionale, alternativa al centro destra e al centro sinistra;
* costruire una classe politica forte e preparata attraverso l' istituzione di una scuola di formazione permanente;
* cooperare fattivamente già da oggi in tutte le iniziative politiche e di lotta
* costituire un solido punto di riferimento e di richiamo per tutte le comunità militanti sparse sul territorio nazionale che vogliano contribuire al potenziamento di un grande movimento unitario

Il patto unitario di azione tra Forza Nuova e il Movimento Nazional Popolare, oltre a costituire un fatto importantissimo, è un primo passo decisivo per riposizionare e riorganizzare sul fronte dell'alternativa tutte le energie disponibili a battersi sotto le bandiere della nostra migliore tradizione politica per lo Stato dell'Ordine e della Giustizia Sociale.

I convenuti si sono dati appuntamento per un grande convegno da tenere presto a Roma sul tema dello "Stato Nuovo", alternativo alle concezioni liberali.

Mehr lesen hier: IQ Option Erfahrungen 2017 - Betrug oder nicht? onlinebetrug.net

Roberto Fiore ha colto l' occasione per ringraziare Rutilio Sermonti per essersi presentato sotto la bandiera di Forza Nuova alle elezioni per il rinnovo della Presidenza della Provincia di Latina.

NUOVE BR, FN:SENTENZA VERGOGNOSA

Si e' concluso con 14 condanne e 3 assoluzioni il processo di primo grado in Corte d'Assise a Milano contro i membri delle nuove Brigate Rosse. Le condanne variano dai 15 anni ai 10 giorni di reclusione. Se a parti civili come il giuslavorista Pietro Ichino e alla presidenza del consiglio dei ministri sono stati accordati risarcimenti rispettivamente per 100mila euro ed un milione di euro a Forza Nuova che si è vista una sede bruciata non è stato riconosciuto alcun risarcimento.

L'On. Roberto Fiore, Segretario di Forza Nuova, commenta: "E' una sentenza vergognosa, che dimostra come si possano bruciare le sedi di Forza Nuova rimanendo impuniti. Gli imputati infatti sono stati assolti per l'incendio della nostra sede di Padova, nonostante le prove fossero inconfutabili. Alcuni degli imputati sono stati condannati a risarcire 100 mila euro al giuslavorista Pietro Ichino, contro il quale era stato programmato un attentato, e 1 milione alla Presidenza del Consiglio. Mentre per l'attentato a Forza Nuova, ossia la sola vera vittima dell'unica azione delle Brigate Rosse, a cui due anni orsono venne bruciata la sede dai nuovi brigatisti, nessuno pagherà nulla. "
Il coordinatore nazionale di Forza Nuova Paolo Caratossidis aggiunge: "non si tratta di una questione di soldi, ma di principi. Con questa sentenza, i giudici legittimano di fatto le violenze e gli attentati contro Forza Nuova e contro le sedi dei partiti politici. Ichino verrà risarcito per un attentato che non ha nemmeno subito, ed a noi, unici ad aver subito la violenza, non resta che l'indignazione per l'ennesima ingiustizia di stato.Si apre la strada dell'appello sia da parte della procura che da parte nostra, ma già da oggi chiediamo l'intervento di tutte le istituzioni e del Ministro di grazia e giustizia."

L’ON FIORE AL PARLAMENTO EUROPEO

L’On. Roberto Fiore ha concluso il suo corrente mandato di parlamentare europeo, con tre interventi,durante l’ultima sessione dell’assemblea di Strasburgo che sintetizzano le posizioni di Forza Nuova in vista delle imminenti elezioni europee.
Per quel che riguarda il Trattato di Lisbona, Fiore ne ha evidenziato le radici oligarchie, la conformista ideologia della “correttezza politica” che anima le sue pagine di astruso e burocratico linguaggio, l’impostazione centralistica e giacobina, figlia dei controvalori relativistici e massonici e il suo totale distacco da ogni principio di ordine superiore, etico o spirituale.
Gli europei vedono in questo trattato la frustrazione dell’ansia di libertà dei corpi sociali intermedi, la negazione di ogni valore di organica sussidiarietà e la mancanza assoluta di riferimenti alle radici cristiane e romane del nostro continenete.
Successivamente, è intervenuto sulla  proposta di ammissione all’U.E. della Turchia mettendo in luce la contraddizione di chi dice voler difendere l’ identità nazionale e poi si adopera affinché 90 milioni di turchi abbiano libero accesso sulle nostre terre. In nessuna considerazione vengono tenuti il dramma per i nostri lavoratori per questo nuovo influsso di lavoro a basso costo e per i nostri agricoltori per l’invasione di prodotti turchi a basso costo sui nostri mercati.
Fiore ha poi partecipato all’ ultima riunione della Commissione sui rapporti con la Bielorussia, sollevando il problema di migliaia di italiani che intendono proseguire il programma di adozione di bambini bielorussi e opponendosi, anche, con successo, al tentativo di inserire la Bielorussia in nuovo “asse del male”.
Fiore ha infatti affermato: “Come si può sostenere l’ entrata della Turchia in Europa quando da questo Paese ci vengono notizie di 15mila minori in carcere, o 400 attivisti arrestati la settimana scorsa e di tanto in tanto la notizia di qualche sacerdote o missionario arrestato. Nel caso della Bielorussia, invece, abbiamo davanti la figura di un Presidente ricevuto con tutti gli onori dal Santo Padre e, nella cui nazione, si ha notizia di solo due prigionieri politici”.
In questi interventi. Fiore ha delineato quelli che per FORZA NUOVA sono i veri confini dell’ Europa e i principi generali che la dovrebbero informare secondo la dottrina forzanovista. 

CONSIGLIERE COMUNALE TOSCANO PASSA A FORZA NUOVA

Ilario Palmisani, consigliere comunale di Rignano sull’Arno (FI), ha comunicato venerdì 24 Aprile a stampa ed autorità cittadine il proprio passaggio dalla Pdl a Forza Nuova.
L'immediata polemica scoppiata all'indomani della dichiarazione vede tutta la sinistra da Pd ai Centri Sociali schierata contro il consigliere forzanovista, in una terra dove i comunisti sono ancora vera e propria lobby di potere.
Non è solo una questione ideologica infatti e di purezza antifascista quello che preoccupa la sinistra locale.
Infatti Palmisani è stato molto attivo nella denuncia dei consorzi di costruttori legati all’ estrema sinistra che hanno fatto scempio della zona.
Forza Nuova ed il suo consigliere rappresenteranno in una cittadina importante della periferia fiorentina la voce fuori dal coro dei cittadini stanchi di un egemonia sempre più antipopolare.

Forza Nuova in Germania

E' nato a Leipzig (Lipsia), Sassonia, il primo nucleo di Forza Nuova in Germania: "La Decima".
Un gruppo di nostri connazionali, pur lontani dalla Patria, hanno voluto impegnarsi per gli ideali forzanovisti e per la Ricostruzione italiana ed europea. Forza Nuova a l'Italia salutano questo nuovo avamposto di civiltà nel cuore dell'Europa. A Mario e agli altri forzanovisti il nostro saluto ed il nostro "in bocca al lupo" per le prossime iniziative.

La Segreteria Nazionale
Per informazioni: ladecimadileipzig@libero.it

Per la seconda volta in aiuto dell'Abruzzo

Stanchi, ma felici, queste le parole dei militanti di Forza Nuova Cerveteri di ritorno dall’Abruzzo con 600 km percorsi in 18 ore.
Il 25 aprile, per la seconda volta, la sede locale di FN, è partita per le zone terremotate, portando aiuti alla popolazione abruzzese. Con un furgone e due macchine, sono stati portati aiuti a più di 10 tendopoli, da Bominaco, a S. Demetrio, da Scoppito a Coppito, da Onna a Poggio Picenze, da Paganica a Campotosto, distribuendo tutti beni raccolti e donati dai cittadini di Cerveteri.Oltre a portare beni alimentari, afferma Giuseppe Onorato, abbiamo portato anche 50kg di pane fresco, visto che vari responsabili di tendopoli, ce lo hanno richiesto, informandoci che molte persone sono settimane che mangiano pane in cassetta.
Ormai la fase emergenziale è finita, ma gli aiuti non si devono fermare, continua Onorato, abbiamo dei contatti diretti con i responsabili dei campi che nelle prossime settimane ci chiederanno, nel dettaglio, andando sullo specifico, cosa serve ai cittadini che vivono nelle tendopoli; FN nei prossimi giorni organizzerà una nuova raccolta dettagliata di beni e anche di fondi per comperare il necessario che servi nelle tendopoli, su indicazione dei responsabili, per questo, sin da ora, lancio un appello a tutti i cittadini, chiedendo di partecipare numerosi.
La situazione in Abruzzo, vedendo dal vivo la devastazione, ti fa crescere un nodo in gola, ma dall’altra parte abbiamo incontrato un popolo, quello abruzzese, forte e determinato a rialzarsi in piedi e ricominciare a vivere, una popolazione ferita, ma veramente determinata a combattere, naturalmente noi abbiamo già detto loro che non verranno abbandonati o lasciati soli, ma saremo al loro fianco nella ricostruzione.

Per info e contatti 335.12.89.326 oppure www.peppesindaco.org.

Solidarietà per l'abruzzo ...>>
Guarda tutte le foto di FN in Abruzzo ...>>
FN Palermo in Abruzzo - reportage fotografico ...>>
GRANDE SUCCESSO DI FORZA NUOVA A MILANO

Sala piena, oltre cinquecento persone presenti alla conferenza di Domenica 5 Aprile.
Un Convegno di alto livello con i tre ospiti che hanno spaziato su temi vitali per il futuro d´Europa:

1) Karanikolau: la situazione a Cipro primo avamposto anti turco terreno di battaglia importantissimo in un momento in cui per le pressioni di Obama e Berlusconi, si riparla di Turchia in Europa.

2) Simon Darby: la gravissima situazione delle classi piu´ deboli in Inghilterra in contrasto con il continuo arricchimento di coloro che hanno causato il disastro finanziario, l´aggravarsi della situazione legata all´immigrazione islamica e la poderosa avanzata del BNP.

3) Bruno Gollnisch: la lotta del Front National contro il Trattato di Lisbona e dei parlamentari nazionalisti francesi in difesa della vita, dell´identita´ nazionale ed europea in otre 20 anni di presenza parlamentare a Strasburgo.

Per l´Italia dopo una breve introduzione di Paolo Caratossidis (coordinatore nazionale) ha parlato il vice segretario nazionale Gianni Correggiari.
Ha concluso Fiore ripetendo in un acclamatissimo discorso, le originalissime proposte per battere la crisi a lanciare una economia a misura di popoli, le posizioni di Forza Nuova contro l´immigrazione e in difesa della Cristianita´.

FORZA NUOVA TREVISO RISPONDE CON SUCCESSO AL G-8 DI CASTELBRANDO

L'iniziativa prende piede di prima mattina, quando alle ore 9.00 i militanti montano i primi gazebo in Piazza Indipendenza. La giornata organizzata da Forza Nuova prevede che si crei un punto dincontro e discussione popolare, a favore della comunità, inerente le tematiche agricole internazionali e le influenze di esse nei confronti della popolazione mondiale; nello stesso momento, a Castelbrando, si svolge il G-8, incentrato sul medesimo argomento e patrocinato dal Ministro Zaia, assieme ai rappresentanti delle nazioni europee ed extraeuropee.
La piazza trevigiana risponde bene all'iniziativa di Forza Nuova, che per loccasione, appoggiata anche dall'associazione Lega della Terra, allestisce una serie di veri e propri stand eno-gastronomici del Compra Italiano : latte, vino, pane, uova, formaggio e cioccolata, tutto di origine e produzione rigorosamente italiana, sono a disposizione di un pubblico che si dimostra quanto mai favorevole e interessato. Ad assistere e documentare levento, tra le varie testate giornalistiche, vi è addirittura quella delle BBC, che tra gli altri si sofferma su uno stand adibito alla raccolta di fondi, vestiti e farmaci da banco da inviare in Abruzzo, in segno di solidarietà nei confronti della popolazione colpita dal terremoto; >Tra gli spettatori compare anche il Pro- Sindaco Gentilini, che nonostante la propria appartenenza politica si complimenta con gli organizzatori; alle ore 11.00 giunge direttamente da Roma unaltra importante figura, quella delleuro-parlamentare Roberto Fiore, invitato per loccasione dalla sezione locale di Forza Nuova.
Artikel from: Onlinebetrug La giornata
prosegue sino alle ore 19.00, in un clima di piacevole incontro e costruttivo dialogo con la popolazione che gremisce la piazza. A questo proposito, Luca Dotto, portavoce del Movimento a livello provinciale, dichiara: Oggi, attraverso il nostro operato, si è avuta la dimostrazione di come alle politiche dinteresse dei poteri forti, da sempre arroccati nei salotti dei castelli e per questo distanti dal popolo, sia possibile rispondere in modo pragmatico, sano e realmente a favore della gente.

Per info: www.forzanuovatreviso.org

FORZA NUOVA ASSEDIA IL G8 AGRICOLTURA ...>>
IL CASTELLO DEL G8 SOTTO ASSEDIO - Forza Nuova: "Sotto simbolico assedio i potenti della Terra" ...>>
LA DEMOCRAZIA VIOLATA

Avv. Correggiari vicesegretaro nazionale di Forza Nuova

Nel 1985 s'è consumato ai danni del popolo italiano un vero e proprio golpe istituzionale che nessuno tra i pretesi guardiani della democrazia s'é mai sognato di denunciare. Il 12 dicembre 1977 nelle stanze sorde e grigie dei commissari della Comunitá Europea veniva emanata una direttiva (la n. 77/780) che, al fine di favorire condizioni di concorrenza degl'istituti di credito nel territorio comunitario, stabiliva una sorta di liberalizzazione dell'attivitá bancaria.

In Italia si diede attuazione a questa direttiva attraverso successivi provvedimenti legislativi, l'ultimo dei quali (il d.p.r. 350 del 1985) così stabiliva:

L'ATTIVITÀ DI RACCOLTA DEL RISPARMIO FRA IL PUBBLICO SOTTO OGNI FORMA E DI ESERCIZIO DEL CREDITO HA CARATTERE D'IMPRESA, INDIPENDENTEMENTE DALLA NATURA PUBBLICA O PRIVATA DEGLI ENTI CHE LA ESERCITANO. L'AUTORIZZAZIONE ALL'ESERCIZIO DI TALE ATTIVITÀ È RILASCIATA DALLA BANCA D'ITALIA .

Segue ...>>

CRISI IN UMBRIA

Mentre il governo Berlusconi si accorda con le banche per foraggiare le grandi imprese protette da Confindustria, la piccola e media impresa, che rappresenta la vera risorsa e l'ossatura economica del Paese, è invece abbandonata: lo dimostra il dato regionale dell'Umbria, dove il ricorso alla cassa integrazione è impennato, nei primi mesi dell'anno, addirittura del mille per cento. L'Umbria, infatti, è un territorio a vocazione imprenditoriale medio-piccola, un indotto la cui esistenza assicurava a molte famiglie una sussistenza dignitosa. L'avvento delle multinazionali, la globalizzazione e il flagello della grande distribuzione (Coop, Ikea) hanno scompaginato un sistema economico e culturale radicato nelle specificità: oggi le banche foraggiano con i soldi dello stato Confindustria e non concedono prestiti alle piccole e medie imprese che infatti iniziano a licenziare. In Umbria la realtà è ancor più drammatica perchè, date le dimensioni di talune aziende, chi ci lavora non ha neppure accesso agli ammortizzatori sociali.

Riccardo Donti, segretario di Forza Nuova di Perugia, commenta: "Un nuovo record negativo per l'Umbria dopo quello delle morti bianche: oggi alla piaga del precariato, voluto con una legge del PD quando era al governo, si affianca il più alto tasso di cassintegrati d'Italia. Con quale faccia il PD ed i sindacati umbri hanno il coraggio di rivolgersi ai propri elettori?"

L'Ufficio Stampa di Forza Nuova Perugia
http://www.fnperugia.org

ANCONA
“Riprendiamoci i nostri quartieri” ...FN riempie di tricolori Corso Carlo Alberto!

“Riprendiamoci i nostri quartieri!” questo lo striscione che stamattina i militanti di Forza Nuova hanno esposto in Corso Carlo Alberto riempiendo la via di tante bandiere italiane e presidiando dalle dieci a mezzogiorno il quartiere ghetto al centro d’innumerevoli problemi legati alla sicurezza e alla convivenza tra italiani e stranieri.

“Con questa azione" – spiega Elisa Gasparroni responsabile di FN Ancona – "abbiamo voluto riportare i tricolori laddove sono stati ammainati. A causa delle scellerate politiche sociali delle amministrazioni comunali degli ultimi decenni, gli italiani del quartiere Piano oggi si sentono stranieri nella loro terra, sono a tutti gli effetti una minoranza, costretti a limitare la propria libertà per l’illegalità dilagante. La convivenza tra culture diverse" – continua la responsabile di FN – "rimane un’utopia delle sinistre e il consenso riscosso da Forza Nuova con questa iniziativa largamente appoggiata dai residenti ne è la prova.”

“Non intendo soffermarmi a discutere sulle ronde proposte dalla Lega e dal PdL" – conclude la Gasparroni – "ma consiglio a questi politicanti di centrodestra di fare meno demagogia e smetterla di considerare il loro mandato elettorale come strumento di mera propaganda; il tempo delle chiacchiere è finito, è giunta l’ora di legiferare in materia di sicurezza ed immigrazione, visto che al governo già ci sono e il fumo che cercano di venderci non ci aiuta a sopravvivere.”

Il grande inganno della grande distribuzione

Il caso “Limoni” ha messo a nudo la vera natura della grande distribuzione.
I signori dell’alta finanza per questioni di “mercato”, col solo schiocco delle dita, scaricano sul marciapiede i costi fissi dell’azienda, pardon, i lavoratori.
Tutto questo senza il benché minimo controllo da parte delle istituzioni….evviva il “libero mercato”!
Ma finalmente è sulla bocca di tutti la risposta alla grande domanda : il precariato, CUI PRODEST?
Sicuramente non ai lavoratori che vogliono costruirsi una famiglia.
Migliaia e migliaia di uomini e donne i quali, con una manovra come quella effettuata dai vertici della Cosmologic affinchè non rappresentino più un “peso” in termini di ammortizzatori sociali, cassa integrazione e tutto cio’ che concerne lo Stato Sociale, sono solo unità ad uso e consumo (e getta) dei Grandi, i “big” di confindustria, delle coop e delle multinazionali come l’Ikea.
Sorrido quando, girando in città, noto quei simpatici manifesti del pd (grazie anche ai miei soldi) riguardo al precariato che non nobilita l’uomo…
Forse si son scordati che i primi a volerlo, il precariato, sono stati loro stessi con il silenzio complice della famigerata triplice: prima con Bassanini e D’Antona, poi con D’Alema e Biagi….
Vorrei in particolare rammentare al Signor Boccali and Company  la loro esultanza alla sola possibilità che l’ Ikea possa insediarsi anche nella Provincia di PG, ricordando loro che la stessa Ikea, così come la  Decatlon ed altre della grande distribuzione, si manifesta solo inizialmente come portatrice di ricchezza e di nuovi posti di lavoro, ma altro non è che la Merloni e la Limoni del domani.
La vera ricchezza del popolo italiano e umbro in particolare, è la piccola e medio impresa, orgoglio e spina dorsale di un’economia sana, la sola che puo’ e deve essere aiutata attraverso incentivi a coloro che assumono a tempo indeterminato, la sola che può e deve essere spinta tramite la defiscalizzazione dell’utile, a patto che quest’ultimo sia reinvestito all’interno dell’azienda, per l’azienda stessa.
Dobbiamo riappropriarci delle nostre vite e dei nostri diritti, ma solo attraverso i nostri doveri, ovvero dando battaglia a tutti questi signori che ci vogliono schiavi, che ci vogliono impedire di proiettare il nostro sguardo verso il domani.

Riccardo Donti
Cooordinatore Regionale Forza Nuova
forzanuovaperugia@hotmail.it
327-3387306

Scarica tutto il materiale ...>>

Precariato e morti bianche: blitz di Forza Nuova Perugia sul campanile di San Domenico

La scorsa notte militanti di Forza Nuova si sono arrampicati sul campanile della chiesa di San Domenico in corso Cavour issandovi in cima un enorme striscione con la seguente dicitura: “La grande distribuzione uccide, basta precari, lavoro sicuro!” con esplicito riferimento alla crisi che ha iniziato a colpire pesantemente la nostra regione, si pensi ai casi Merloni e Limoni.

Di oggi è la notizia di settecento precari “tagliati” nella scuola, persone che, dopo anni di lavoro in un settore strategico quale quello della formazione, non avranno diritto agli ammortizzatori sociali: Il lavoratore italiano, denuncia Forza Nuova, è oggi minacciato e abbandonato da tutti, compresi i sindacati.

Il blitz notturno di Forza Nuova, in stile ‘futurista’, è stato realizzato per portare l’attenzione dei media sul grave disagio attraversato in questo momento dalle fasce più deboli della popolazione italiana, cui va l’appoggio incondizionato e la solidarietà di Forza Nuova.

Riccardo Donti, segretario di Forza Nuova di Perugia commenta:

“Abbiamo issato uno striscione che esprime la rabbia e l’orgoglio del nostro popolo. Accanto allo striscione è stato esposto un manichino, nell’ atto di gettarsi di sotto. E’ proprio questa, purtroppo, la dura realtà sofferta dai lavoratori italiani, sfruttati da un sistema basato sul profitto che non si fa scrupoli, oggi, nel gettarli con le loro famiglie in mezzo ad una strada. Forza Nuova è in prima linea nella battaglia in difesa dei lavoratori italiani, per lo stato sociale, per la sicurezza sul lavoro.”

INTERROGAZIONE URGENTE SCRITTA DELL On. FIORE SU SCANDALO ISRAELE-GAZA

PREMESSO

- che la Commissione Europea invia aiuti alla popolazione palestinese bombardata da Israele attraverso il finanziamento diretto all'Autorità Palestinese;
- che, comunque, dei 500/600 camion di aiuti umanitari diretti a Gaza, necessari per le piu´ elementari esigenze (compresi quaderni scolastici, culle per neonati o sostanze per la purificazione dell'acqua) solo 130 vengono lasciati transitare dagli israeliani;
- che di fatto i fondi comunitari non arrivano alla popol= azione palestinese bensì vengono percepiti direttamente da grandi società israeliane, come nel caso della "Dor Alon" che per le forniture di gasolio per produrre elettricità a Gaza ha percepito nell'ultimo anno 97 milioni di euro;
- che, quindi, l'economia israeliana controlla l'accesso ai mercati palestinesi al solo scopo di creare profitti per le proprie società nonché un fiorente business che sfrutta lo stato di occupazione ed assedio dei territori palestinesi e le relative risorse inviate dalla UE;
- che la coalizione Donne per la Pace (organizzazione israelo-palestinese) ha elencato le società profittatrici della guerra sul sito www.whoprofits.org.

CHIEDE

di accertare quanto rappresentato e di verificare l'opportunità di cambiare le modalità concrete di corresponsione degli aiuti economici di cui al programma Pegaso.

On. Roberto Fiore al CPA di Crotone ed a Perfidia di Telespazio

Dopo l'ispezione al CPA di S. Anna (KR) e la conferenza stampa nella sede di FN Crotone, l'on Roberto Fiore ed il Coordinatore regionale di FN Davide Pirillo sono stati ospiti negli studi di Telespazio Calabria al Programma Perfidia, condotto dalla brava giornalista Antonella Grippo, famosa in tutto il Sud per il suo giornalismo "d'attacco" e denuncia. Anche la locale RTI dedicherà uno speciale all'iniziativa.

Guarda i video della trasmissione... >>
Intervista a Fiore in visita al cpa di Crotone ...>>
Scarica articolo di "Foglio di Lotta Crotonese" ...>>

TREVISO: FORZA NUOVA RILANCIA LA CAMPAGNA DEL PANE

Reduce dal successo incontrato in questo periodo, attraverso liniziativa di distribuzione del pane alla popolazione, avvenuta in varie zone e Comuni del Trevigiano, il movimento di Forza Nuova si prepara ad intensificare ulteriormente lattività, creando e mettendo a disposizione dei bisognosi la cosiddetta TESSERA DEL PANE. Preso atto dellinteresse e del totale favore della gente a riguardo annuncia il Portavoce di FN Luca Dotto Forza Nuova intensificherà questa campagna popolare a favore degli italiani che sotto il peso del caro-vita, oggi incontrano difficoltà sempre più serie, persino nellacquisto dei generi di prima necessità. Il Pane simboleggia per antonomasia questa quotidiana battaglia, pertanto, di qui a breve, i nostri militanti forniranno ai cittadini che si presenteranno presso i gazebo di Forza Nuova una speciale tessera gratuita, con la quale potersi ripresentare di volta in volta, al fine di usufruire costantemente di questo innegabile bene alimentare, oggi soggetto a logiche e costi di mercato che, non certo per colpa dei fornai, ma a causa del mercato globale, è soggetto ad un sempre più folle innalzamento dei prezzi. Attraverso la campagna in difesa del pane, intendiamo raggiungere in ogni Comune del territorio la quota di 5000 tessere distribuite: raggiunto tale quorum, procederemo con la richiesta formale alle varie amministrazioni della provincia, affinché durante la seduta di ogni consiglio comunale, venga trattata una mozione popolare a riguardo. Ricordiamo che il pane in questione verrà sempre e comunque consegnato in buste di carta già sigillate, al fine di rispettare le elementari norme igieniche previste dalla legge.

Per Info: www.forzanuovatreviso.org

Scarica il volantino ...>>
Tutte le azioni di FN "IL PANE AL POPOLO" ... >>

IMMIGRAZIONE: SARA' LA WATERLOO DI BERLUSCONI

Le dichiarazioni di Berlusconi di questi giorni fanno pensare ad un Governo che sta perdendo la bussola sul problema immigrazione. Inizia con Lampedusa dicendo che i 1200 immigrati sono usciti dal centro per prendere una birra.Innazitutto gli immigrati non possono uscire dal Centro. Ho personalmente assistito alle operazione di Polizia ( spalleggiata da cittadini impauriti) per riacciuffare gli immigrati. La paura che si è prodotta nei lampedusani per questo incredibile episodio di fuga di massa era palpabile e concreta ed era accompagnata dalla insistente voce che a farli uscire erano state le forze dell' Ordine.
Il Governo , per bocca di Maroni, vuole creare un grande centro per le espulsioni che porterebbe nell' isola già danneggiata dall'attuale Cpt, migliaia di altri immigrati in attesa di espulsione. La senatrice della Lega ex vicesindaco di Lampedusa è stata oggi fischiata dagli isolani e ha dovuto essere accompagnata dai Carabinieri a casa per evitare il peggio.
L' On Fiore , presentato dal Sindaco, parlando a centinaia di persone nella pubblica piazza ha chiesto le dimissioni di Maroni, l' abbandono del progetto di un più grande Cpt , e la fine dell' immagine di Lampedusa come isola degli sbarchi o addirittura moderna Alcatraz. Grande è stata l' accoglienza dei cittatdini alle sue parole.

Poi Berlusconi ha dichiarato che "ci vorrebbe un soldato ogni bella donna per evitare gli stupri". E qui oltre a mancare questa volta in modo poco simpatico , di tatto, ha confuso i termini della questione. E' ovvio che non si può tenere ogni metro di territorio controllato ma se , al contrario di ciò che era stato promesso , i campi Rom non vengono smantellati , l' immigrazione non viene bloccata e si permette in un solo anno l' entrata di 260.000 Rumeni, tra i quali inevitabilmente ci sono migliaia di delinquenti che vista l' allegra gestione della Giustizia in Italia approdano qui, la situazione dell' Ordine Pubblico sarà sempre più grave aldilà del numero di soldati impiegati.

Forza Nuova ha ribadito che sull' immigrazione si deve agire in modo radicale con:

1) lo smantellamento dei campi Rom ed espulsioni degli zingari

2) la sospensione del Trattato di Schengen e quindi il blocco di tutto il flusso immigratorio

3) controlli a tappeto e censimento di tutti gli immigrati con conseguente immediato allontanamento di coloro che non hanno lavoro o vivono di espedienti o addirittura di attività sospette. Solo cosi le nostre città saranno più tranquille. Nella serata di sabato sotto una fittissima pioggia, Forza Nuova ha raccolto circa un migliaio di persone che nella città di Guidonia hanno voluto sfilare sotto le sue bandiere. I giornali e le televisioni hanno scelto di ignorare il fatto.

La Segreteria Nazionale

LA SCUOLA DELLA VERGOGNA!
Dossier fotografico sullo stato d'abbandono e di pericolo della scuola elementare Giovanni Cena

Il segretario politico di Forza nuova, Onorato, in questa nota dichiara: “Abbiamo mandato un nostro “inviato speciale” munito di macchina fotografica per documentare lo stato di abbandono del plesso elementare del Sorbo. “La palestra della Giovanni Cena è inagibile dal ritorno delle vacanze natalizie. Il “foto servizio” mostra lo stato di totale abbandono della palestra. In particolare possiamo vedere l’infiltrazione d’acqua che scende dal soffitto perché evidentemente non c’è stata la necessaria manutenzione ordinaria. È noto a tutti che le infiltrazioni, nella gran parte dei casi, sono provocate dalla guaina non “assistita” nei tempi tecnici dovuti. All’ingresso della palestra c’è una lampada segata (come mostra la foto) con i fili protetti da del nastro isolante: protezione utile nell’immediato ma precaria e pericolosissima se prolungata nel tempo. E secondo i tecnici sarebbe il caso di intervenire subito su quella lampada. Inoltre all’ingresso del plesso (lato destro) è operativo una sorta di cantiere senza che vi siano le necessarie protezioni (sarebbe opportuno circondare l’area con almeno una rete arancione rigida al posto del pericolosissimo tondino di ferro, messo in rilievo da un nastro segnaletico, nella foto). Ed ancora: i pannelli di metallo dove dovrebbero esserci i manicotti per l’intervento dei pompieri sono stati attaccati e compromessi dalla ruggine al pari dei bocchettoni. Nell’area della Giovanni Cena, sotto la palestra, c’è un deposito magazzino che meriterebbe un’ispezione per verificarne le misure di sicurezza. C’è poi un’infiltrazione nei bagni dove si vede una macchia di umidità recentissima.Ultimo, la potatura dei pini, cosa si aspetta a rimuovere questo pericolo?

Scarica il dossier fotografico completo ...>>

QUELLI CHE IL CALCIO LO DANNO ALLA DROGA" :
INIZIATIVA DI FORZA NUOVA IN CORSO VANNUCCI A PERUGIA


Nel pomeriggio di ieri quaranta militanti di Forza Nuova hanno gioiosamente invaso il centro di Perugia monopolizzando per un'ora l'attenzione di centinaia di cittadini increduli. Bardati con casacche gialle e armati di decine di palloni i militanti forzanovisti hanno improvvisato una provocatoria partita di calcio nel "salotto buono" della città tirando micidiali pallonate contro il muro dell'indifferenza e urlando feroci cori contro il dilagare della droga nella nostra città.
E' notizia di questi giorni che mentre le famiglie perugine risultano colpevolmente distanti dai problemi dei giovani e totalmente incapaci di trasformarne il disagio in un percorso di crescita, molte ragazzine figlie del benessere e del relativismo morale di questa società vengono scoperte a vendere il proprio corpo a spacciatori privi di dignità per una "canna" o un "tiro" di cocaina. Per anni gli amministratori della città hanno ignorato e sottovalutato il problema della droga e dello spaccio facendo di Perugia una vetrina delle vanità di personaggi inetti e ignobili e per questo le conseguenze sono una gioventù allo sbando, conformista, sfruttata e senza passioni ideali. Grazie all'interventismo di Forza Nuova di ieri, però, è stato ridato il sorriso, almeno per un pomeriggio, ai tanti cittadini che hanno apprezzato l'iniziativa e vi hanno partecipato, unendosi a "quelli che il calcio... lo danno alla droga."

Forza Nuova ieri pomeriggio ha invaso pacificamente il centro coi propri militanti per annunciare l'azione diretta contro il dilagare della droga e il degrado dei nostri centri urbani, fenomeni in stretto legame con l'immigrazione selvaggia favorita, tollerata e coccolata dai sedicenti amministratori comunali.

Riccardo Donti, segretario di Forza Nuova di Perugia, ha dichiarato: "L'azione diretta e spiazzante è l'ultima risorsa a disposizione degli uomini liberi che rifiutano la schiavitù della droga e la mercificazione dei rapporti sociali. Occorre lottare insieme ai giovani per conquistare spazi di libertà da sottrarre al vuoto di valori della società dello spettacolo. Saranno allora gli stessi giovani che cacceranno senza pietà i pusher dalle nostre strade."

Guarda il video ...>>
Scarica la rassegna stampa ...>>
Sull'azione di FN Perugia contro la droga ...>>
L' UNICA PACE POSSIBILE

La recente brutale aggressione israeliana alla popolazione di Gaza ripropone nuovamente la questione israelo-palestinese come questione fondamentale per la pace nel mondo.
Il riflesso di quella guerra sulle regioni vicine è tale che tutte le altre guerre o i rumori di guerra in tutta la zona, siano riconducibili a quel conflitto. La storia di quella terra, la sua importanza in quanto Terra Sacra per tre religioni, impone anche una lettura dei conflitti metastorica e religiosa.
Forza Nuova, in quanto italiana , europea e cristiana ritiene suo dovere dare corpo ad una proposta che garantisca oltre che l’ interesse nazionale, pace e giustizia a quelle terre martoriate.

LA RADICE DELLA GUERRA

E’ evidente che l’ instabilità di quelle regioni conosca un escalation con l’immigrazione di ebrei nella prima parte del secolo scorso e dopo la  seconda  guerra mondiale.
Il mito che li portò in Palestina fu il mito sionista,  rappresentato in una bandiera che aveva al centro il simbolo religioso ebraico e tre strisce, una bianca che simbolizzava il Grande Israele e le altre due azzurre che simboleggiavano le acque entro le quali doveva espandersi, il Mar Rosso e il fiume Tigri: il gran Israele infatti si doveva espandere dal Sinai sino all’ Irak.
Questo mito che non perseguiva la convivenza fra i popoli, ma la supremazia di un popolo sugli altri, vedeva la Palestina come Terra Promessa ed il popolo ebraico come Popolo Eletto.
Il fatto che da allora questa terra e questo popolo siano testimoni,  teatro,  portatori e vittime di guerra, procede direttamente da questo mito.
Come cristiani non possiamo che avversare il Sionismo, perché si basa essenzialmente su due fattori che cozzano con la parola di Cristo ed il Nuovo Testamento: l’ idea che il popolo eletto sia il popolo ebraico, viene trasformata infatti nel Nuovo Testamento da una nuova concezione spirituale, per cui è eletto chi segue, al di là delle etnie, la parola di Cristo. La Terra Promessa  per il Cristianesimo non è più la Palestina, ma quella Terra che viene promessa ai giusti ed ai buoni e cioè il Paradiso.
Questo è il motivo del radicale conflitto fra Israele e cattolicesimo ed il motivo per cui Israele viene riconosciuto dal Vaticano solo recentemente e per meri motivi di opportunità.

PIU’ POPOLI ED UNO STATO

Inutile negare che l’ idea quasi universalmente accettata dei due popoli e due stati, contrasta con quanto detto sopra. Inoltre, il diritto naturale a risiedere su quella terra che avranno tutti i palestinese esuli e profughi per il mondo,  il fatto che gli araboisraeliani ( cittadini arabi dello stato Israeliano) saranno in pochi decine di anni più degli ebreo israeliani:, e   l’ inarrestabile crescita demografica palestinese,  rappresentano la sconfitta numerica ed “etnica” per quello Stato di etnia dominante ebraica che pretende di essere Israele.
Da questi dati emerge che l’ unica soluzione sia quella di uno Stato Cantonale, sul modello della Svizzera, dove a tutti i popoli e tutte le religioni venga consentito di vivere secondo giustizia e democrazia diretta.
Un beneficio collaterale di questo sistema consentirebbe poi alle popolazioni Cristiane minacciate anche da un’ incalzante Islam,  di controllare alcune parti del territorio come Nazareth e Betlehem.

GAZA, FIORE: ISRAELE VA FERMATO DALL'EUROPA, PRESENTATA URGENTE INTERROGAZIONE

I colpi israeliani hanno centrato anche una sede dell'Onu, un palazzo dei media e un ospedale.
I morti, dall'inizio del conflitto, sono oltre 1000.
Roberto Fiore, Segretario e leader di Forza Nuva, afferma: "ho presentato un'interrogazione urgentissima al Parlamento europeo dove ho chiesto che la mobilitazione di una forza militare Europea diventi argomento e questione prioritaria per gli organi istituzionalmente competenti. Quanto ha fatto Israele oggi supera in gravità ogni precedente azione, e si può tranquillamente annoverare tra gli atti di terrorismo. Non è forse terrorismo bombardare una sede Onu, ospedali e palazzi dei media? Ebbene l'Europa si prenda le proprie responsabilità: ha il dovere di fermare Israele nel suo delirio di distruzione. "Forza Nuova lancia il PALESTINA DAY!

Leggi tutti gli articoli sulla situazione israelo-palestinese ...>>

L’RU486 E’ UN ARMA DI DISTRUZIONE DI MASSA

La sezione bresciana di Forza Nuova, da sempre in prima linea nella battaglia in difesa della vita contro l’aborto, esprime il proprio sdegno nei confronti di chi vuole introdurre nel sistema sanitario italiano la pillola abortiva Ru486.
L’Ru486, una volta introdotta nel nostro Paese, si rivelerebbe una vera e propria “arma di distruzione di massa” non solo perché il suo fine è impedire  a milioni di bimbi di nascere,  ma anche per la pericolosità per la salute delle donne che la assumono, così come ampiamente dimostrato da valutazioni medico-scientifiche compiute sul farmaco.
L’aborto è sempre aborto. Non importa con che mezzo venga posto in essere, il suo fine è sempre il medesimo: uccidere un bimbo.
Forza Nuova ribadisce la propria volontà di abrogare la L.194/78 che, oltre ad avere impedito a 5 milioni di bimbi di nascere, consente l’introduzione di nuovi metodi abortivi creati da una scienza atea ed assassina al soldo delle lobbies farmaceutiche preoccupate solamente di incrementare i loro profitti.

NASCE ANCHE IN PROVINCIA DI AVELLINO L'ASSOCIAZIONE "LEGA DELLA TERRA"

E Mail fnsolofra@tiscali.it
Siti internet www.fnavellino.splider.com  
www.fncampania.blogspot.com

Nasce anche in provincia di Avellino l'Associazione "La Lega della Terra", organizzazione vicina a Forza Nuova che lotta per il mondo contadino e riunisce quanti hanno a cuore il futuro della nostra agricoltura provinciale e nazionale. A presto una manifestazione  ufficializzerà la sua presenza sul territorio con la creazione di  centri di assistenza e supporto alle esigenze del ceto agrario. Attualmente l'organizzazione fa capo al responsabile per le politiche agricole di Fn Antonio La Penna (perito agrario). A Montella (AV) il responsabile locale e per l'alta irpinia è stato individuato nella persona di Massimo Lepore. "Diamo forza alla nostra agricoltura e incentiviamo il consumo di prodotti nazionali, produciamo e compriamo italiano: è una garanzia non solo di qualità ma anche di protezione delle nostre piccole e medie aziende che in questo momento soffrono per le politiche assolutamente inadeguate messe in campo sino ad oggi dalla politica locale e nazionale" è il commento di Antonio La Penna.   
 
16 Giugno 2009

Attualità ...>>

Studenti ...>>
Libri consigliati ...>>
Notizie dalle sezioni ...>>
 
E'pronto il n°7di OF
per info: info@forzanuova.org
Per Ordini: 06/35348636
RIVENDITORI
 
 
 
WWW.ILMEGAFONO.INFO
NOTIZIARIO DI OPPOSIZIONE NAZIONALE
 
Comitato Nazionale Trasportatori e Autisti
ADERISCI A CONTRAS ...>>
 
L’INCUBO PER ECCELLENZA:
LA VIOLENZA SESSUALE
Scarica l'opuscolo ...>>
 
Scarica articolo ...>>
 
Clicca sull'immagine
per tesserarti
 
 
 
Scarica il Documento Politico di Forza Nuova
 
 

Documento sull'aborto realizzato dal Comitato Vita e Verità

Massimo PRESENTE!
Sito ufficiale del movimento Forza Nuova
basi s